20 maggio 2016

Ape Calessino Tour Parco della Murgia

Lasciati trasportare con il classico Ape Calessino, per ammirare, fotografare e visitare i Sassi e il Centro Storico di Matera.

Inizieremo il Tour percorrendo alcuni chilometri fuori città e raggiungeremo il Parco Archeologico Storico Naturale delle Chiese Rupestri del Materano , detto più semplicemente Parco della Murgia Materana . Il comprensorio del Parco è inserito nella lista del Patrimonio Mondiale UNESCO insieme ai Sassi di Matera.

Sostando sul Belvedere si potrà ammirare un panorama mozzafiato dei Sassi di Matera e della Città Nuova, per poi passeggiare su un territorio che fu frequentato sin dalla Preistoria come testimoniano i numerosi reperti fossili esposti al Museo Archeologico Nazionale Domenico Ridola di Matera , gli stazionamenti della Grotta dei Pipistrelli , frequentata nel Paleolitico , i villaggi Neolitici di Murgia Timone , Murgecchia e di Trasanello cinti da fossati difensivi scavati nella roccia .
Nel corso dei secoli il territorio è stato abitato da pastori e mandriani che hanno lasciato numerose testimonianze del loro dimorare infatti , numerosi sono i casali , i villaggi rupestri tra cui San Nicola all’Ofra, Cristo la Selva , il Villaggio Saraceno tutti muniti di Chiesa rupestre e area sepolcrale . Molte di queste strutture sono completate con iazzi, addiacci rupestri ricavati in grotte con muretti a secco che recintano lo spazio esterno per ospitare bovini e ovini , realizzati sempre in pendenza per evacuare i liquami verso la concimaia ed esposte a sud , per proteggere gli animali dai venti freddi del nord.
Numerosi sono anche i sistemi di canalizzazione che sfruttano reti di canalette superficiali per convogliare le acque piovane in pozzi e cisterne a condensazione , utilizzate per abbeverare le mandrie durante la transumanza . Un’altra presenza costante nel territorio murgiano è quella della masserie, molte delle quali fortificate , che in determinati periodi dell’anno diventavano dei veri e propri villaggi , in cui ai salariati fissi si aggiungevano quelli stagionali .
Il Parco conserva una considerevole varietà di piante tipiche della foresta mediterranea come la roverella , il fragno , il carrubo , il leccio , della macchia mediterranea come il ginepro , il lentisco , la ginestra e della gariga come il cisto , il pungitopo , il timo spinoso , la ferula e l’asfodelo .
Anche la fauna è significativa , tra i sentieri è possibile incontrare istrici , faine , volpi , donnole , tass i, gatti selvatici e cinghiali. Tra i rapaci si possono osservare il capo vaccaio , la poiana , il nibbio reale e il falco Grillaio, un piccolo falco adottato come simbolo del Parco, che arriva in primavera dalle savane africane , si riproduce ed in autunno si dirige per svernare a Sud-Ovest del deserto del Sahara.
Una delle caratteristiche più importanti della Murgia è la presenza di oltre cento Chiese rupestri disseminate in tutto il territorio, a volte nascoste dalla fitta vegetazione e scavate lungo gli argini scoscesi delle gravine in luoghi impervi e di difficile accesso, impreziosite da spettacolari affreschi che testimoniano la devozione che si è protratta fino ai giorni nostri.
Visiteremo la chiesa rupestre “Madonna delle tre Porte” per poi terminare il Tour tornando nel Centro Storico .

  • Durata del Tour 80 min. circa
  • Costo variabile in base alla stagione,
  • Costo Variabile in base al numero di persone trasportate  .
  • Se si supera n. 3 persone c’è la necessità di un secondo Ape Calessino.
  • Variazioni a Richiesta .